Dopo l’articolo sui 10 motivi per trasferirsi in Germania arriva, per par condicio, l’articolo sui 10 motivi per NON trasferirsi in Germania.

Sia ben chiaro (e credo che lo sia, vista la natura di questo blog): io adoro la Germania, mi piace vivere qua e non credo davvero che esistano dei motivi per i quali non bisognerebbe trasferirsi in questo Paese.

Anche tutti i motivi che ho cercato di restituire in questa lista, sono a mio avviso molto opinabili.

Il mio obiettivo, però, è quello di dare un quadro generalizzato dei sentimenti di chi si è trasferito in Germania ma non si è trovato bene.

Vorrei anche ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per aiutarmi a stilare questa lista, in particolare i membri del gruppo Facebook de La mia vita in valigia!

Ecco qua, dunque, la lista dei 10 motivi per NON trasferirsi in Germania!

1. La lingua

Senza la conoscenza del tedesco in Germania non si vive: si sopravvive.

E – diciamocelo – il tedesco è una lingua dura e molto complicata: declinazioni casuali, declinazioni di nomi e aggettivi, pronuncia “impronunciabile”, parole con 3 consonanti identiche attigue (basti pensare allo Schifffahrer, con 3 effe!), generi dei sostantivi che sembrano andare oltre a ogni logica. Per non parlare della costruzione della frase, assolutamente diversa dall’italiano.

E allora, imparare il tedesco è impossibile?

No, è possibilissimo, ma serve una grande dose di studio e disciplina.

Una volta imparata la lingua, si aprirà un nuovo mondo: possibilità di relazionarsi con altre persone, di far valere i propri diritti, di ambire a posizioni lavorative invidiabili.

Ma fino a quel momento, la tua vita resterà inesorabilmente dentro una bolla di cristallo.

2. Il clima

Che il clima non sia esattamente quello equatoriale è risaputo. Ma è davvero così freddo?

La risposta è: sì, è davvero così freddo!

In inverno dovrai fare i conti con temperature anche sotto i -10 gradi, con la neve, che a volte resta da dicembre ad aprile, con la portiera dell’auto che non si aprirà per il gelo.

L’aspetto positivo? Ehm… no, non ci sono aspetti positivi!

motivi per non trasferirsi in germania

3. Il cibo

Se vuoi mangiare bene, e per “bene” intendo all’italiana, preparati a mettere le mani sui tuoi risparmi: la cucina italiana e tutti i suoi prodotti sono estremamente cari e difficile da trovare.

Quindi dimenticati di trovare prodotti tipici regionali e molti altri prodotti che hai sempre usato comunemente. Di’ addio a pizzerie a taglio, arrosticini, stracchino, focaccia e qualsiasi altro genere di leccornia italiana.

Preparati invece a cotolette, zuppe, pizza con l’ananas, patate e carne, il tutto sommerso da qualche salsina strana che coprirà tutti gli altri sapori.

4. I mezzi di trasporto sono molto costosi

Alla puntualità di autobus e treni si accosta un problema non indifferente: l’alto costo del biglietto dei mezzi di trasporto.

Il prezzo del biglietto, per farsi un’idea, può arrivare a costare anche circa 3 volte in più rispetto all’Italia.

L’aspetto positivo? Esiste la possibilità di acquistare abbonamenti a prezzi ridotti, sconto comitive, oltre a usufruire della gratuità dei mezzi per gli studenti. Non poco, direi.

5. Regole

tedeschi calzini bianchi sandali

La precisione, la puntualità, la formalità, il rispetto per le regole sono caratteristiche che avvertirai subito non appena toccherai il suolo tedesco.

Alle strade pulite, i limiti di velocità rispettati e alle file ordinate alla posta, si affianca quel senso di angoscia del dover affrontare tutto nel pieno rispetto delle regole.

Occhio a non arrivare in ritardo a un appuntamento! Verrai guardato malissimo e potresti essere marchiato a vita con l’etichetta di italiano scansafatiche e fannullone.

Ma nemmeno presentarsi con largo anticipo migliorerà la situazione: dimostreresti solo di essere una persona ansiosa e invadente.

Sgarrare le regole può farti apparire come il tipico italiano casinista, menefreghista, costantemente in ritardo o può trasformarsi, nella peggiore delle ipotesi, in una multa molto salata.

6. Lavoro

La Germania non è un Eldorado dei lavoratori. Non mi stancherò mai di dirlo.

È anche vero però che le opportunità lavorative non mancano, così come le opportunità di fare carriera.

E allora perché il lavoro dovrebbe essere nella lista dei motivi per NON trasferirsi in Germania?

Il motivo è semplice: il lavoro c’è ma spesso non è alla portata di tutti. 

Nel secondo dopoguerra, quando la Germania era distrutta dai bombardamenti, la richiesta di manodopera non specializzata era altissima e molti italiani sono partiti in questo periodo con la sicurezza di trovare subito un lavoro, anche senza conoscenza linguistiche.

Questa situazione non è più presente e lavoratori non specializzati si trovano ad ogni angolo della strada. Se mettiamo anche la scarsa o nulla conoscenza della lingua tedesca, beh, va da sé che le probabilità di trovare lavoro calano drasticamente.

Ho detto “calano” e non “si annullano”. Quindi il mio consiglio rimane sempre quello di non lasciarsi abbattere e di cercare lavoro attraverso tutti i mezzi disponibili che in questo secolo sono alla portata di tutti.

Ovviamente, se hai dei titoli di studio molto alti o una specializzazione particolare, allora candidati subito sia rispondendo alle offerte sia attraverso le candidature spontanee: le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare!

E se non trovi lavoro in Germania, leggiti gli errori più comuni commessi durante la ricerca e assicurati di non far parte di una di queste 6 categorie!

7. Rapporti sociali

come sono i tedeschi

Che il popolo tedesco non vanti la caratteristica dell’estroversione è risaputo. Ma quanto c’è di vero in questo stereotipo? I tedeschi sono davvero persone fredde e distanti?

Per la mia esperienza, i tedeschi sono per la maggior parte persone molto formali che non si lasciano andare con le persone con le quali non hanno molta confidenza.

Per chi proviene dall’Italia, soprattutto dal sud, dove le persone sono in genere molto calorose, questo atteggiamento può venir scambiato per freddezza.

Inizialmente, infatti, potrà essere difficile riuscire a stringere delle amicizie ma più passerà il tempo e più ti accorgerai che alla fine, i tedeschi non sono così burberi e freddi come sembrano.

Vuoi sapere come integrarti in Germania? Non perderti allora questo articolo.

8. La famiglia e gli amici lontani

Un po’ meno opinabile è questo punto: tutti i tuoi affetti resteranno inevitabilmente lontani. 

Questo significa che dovrai prepararti a passare compleanni, occasioni importanti, Natali e Pasque senza la tua famiglia.

Certo, è vero che alla fine la Germania e l’Italia non sono poi così distanti, ma ciò non toglie che passare ogni domenica a pranzo insieme a tutta la tua famiglia sarà un sogno lontano.

Bisogna aggiungere che a questo, spesso può sorgere un certo senso di colpa sapendo che anche noi siamo lontani e che non potremo essere presenti quando la nostra famiglia o i nostri amici avranno bisogno di noi.

La cosa più negativa di questo aspetto è che con il passare degli anni, questo senso di colpa – invece di diminuire – aumenterà.

9. La sindrome dell’emigrante

Di questo tema, che mi sta particolarmente a cuore, ne ho parlato ampiamente nell’articolo Quando espatriare diventa doloroso ed è uno dei principali motivi per i quali l’espatrio non è vissuto come un’esperienza positiva.

Ovviamente, non colpisce solo gli immigrati in Germania ma tutte le persone che, per un motivo o per un altro, sono costrette a lasciare la propria terra.

La sindrome dell’emigrante, chiamata anche Sindrome di Ulisse, si manifesta spesso con una distorsione della realtà, arrivando ad esaltare la propria Patria come una Terra Promessa, un posto perfetto, un posto dove tutto era bello e idilliaco.

Al contrario, si considera il nuovo Paese come un nemico che ci ha causato solo distruzione e sofferenza, un posto orrendo dal quale si vuole fuggire, non rendendosi conto che la vera causa del proprio malessere non proviene dall’esterno ma da noi stessi.

Una situazione, quindi, di conflitto interiore che può causare una profonda angoscia e tristezza.

10. …?…

Il decimo motivo vorrei saperlo da te.

  • Quale è per te un motivo per NON trasferirsi in Germania?
  • Cosa blocca il tuo trasferimento?
  • Per quale motivo non ti trovi bene in Germania?
  • Cosa ti ha spinto a tornare in Italia?

Raccontami la tua esperienza con un commento qua sotto!

Unisciti alla nostra community di Italiani in Germania