10 motivi per NON trasferirsi in Germania

Dopo l'articolo sui 10 motivi per trasferirsi in Germania arriva, per par condicio, l'articolo sui 10 motivi per NON trasferirsi in Germania.
motivi per NON trasferirsi in Germania

Dopo l’articolo sui 10 motivi per trasferirsi in Germania arriva, per par condicio, l’articolo sui 10 motivi per NON trasferirsi in Germania.

Sia ben chiaro (e credo che lo sia, vista la natura di questo blog): adoro la Germania, mi piace vivere qua e non credo davvero che esistano dei motivi per i quali non bisognerebbe trasferirsi in questo Paese.

Anche tutti i motivi che ho cercato di restituire in questa lista, sono a mio avviso molto opinabili.

Il mio obiettivo, però, è quello di dare un quadro generalizzato dei sentimenti di chi si è trasferito in Germania ma non si è trovato bene.

Vorrei anche ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per aiutarmi a stilare questa lista, in particolare i membri del gruppo Facebook de La mia vita in valigia!

Ecco qua, dunque, la lista dei 10 motivi per NON trasferirsi in Germania!

1. La lingua

Lingua tedesca

Senza la conoscenza del tedesco in Germania non si vive: si sopravvive.

E – diciamocelo – il tedesco è una lingua dura e molto complicata: declinazioni casuali, declinazioni di nomi e aggettivi, pronuncia “impronunciabile”, parole con 3 consonanti identiche attigue (basti pensare allo Schifffahrer, con 3 effe!), generi dei sostantivi che sembrano andare oltre a ogni logica. Per non parlare della costruzione della frase, assolutamente diversa dall’italiano.

E allora, imparare il tedesco è impossibile?

No, è possibilissimo, ma serve una grande dose di studio e disciplina.

Una volta imparata la lingua, si aprirà un nuovo mondo: possibilità di relazionarsi con altre persone, di far valere i propri diritti, di ambire a posizioni lavorative invidiabili.

Ma fino a quel momento, la tua vita resterà inesorabilmente dentro una bolla di cristallo.

2. Il clima

Clima

Che il clima non sia esattamente quello equatoriale è risaputo. Ma è davvero così freddo?

La risposta è: sì, è davvero così freddo!

In inverno dovrai fare i conti con temperature anche sotto i -10 gradi, con la neve praticamente ogni anno, che a volte resta da dicembre ad aprile, con la portiera dell’auto che non si aprirà per il gelo.

Personalmente, sono fortunata. Amo il freddo e amo a maggior ragione il clima tedesco!

3. Il cibo

Cibo tedesco

Se vuoi mangiare bene, e per “bene” intendo all’italiana, preparati a mettere le mani sui tuoi risparmi: la cucina italiana e tutti i suoi prodotti sono estremamente cari e difficile da trovare.

Quindi dimenticati di trovare prodotti tipici regionali e molti altri prodotti che hai sempre usato comunemente. Di’ addio a pizzerie a taglio, arrosticini, stracchino, focaccia e qualsiasi altro genere di leccornia italiana.

Preparati invece a cotolette, zuppe, pizze di dubbio gusto, patate e carne, il tutto sommerso da qualche salsina strana che coprirà tutti gli altri sapori.

Ma ti dico un segreto: se eviti i cibi italiani, la cucina tedesca è in realtà davvero deliziosa!

4. I mezzi di trasporto sono molto costosi

trasporti in germania

Alla puntualità di autobus e treni si accosta un problema non indifferente: l’alto costo del biglietto dei mezzi di trasporto.

Il prezzo del biglietto, per farsi un’idea, può arrivare a costare anche circa 3 volte in più rispetto all’Italia.

L’aspetto positivo? Esiste la possibilità di acquistare abbonamenti a prezzi ridotti, sconto comitive, oltre a usufruire della gratuità dei mezzi per gli studenti. Non poco, direi.

5. Regole

regole

La precisione, la puntualità, la formalità, il rispetto per le regole sono caratteristiche che avvertirai subito non appena toccherai il suolo tedesco.

Alle strade pulite, i limiti di velocità rispettati e alle file ordinate alla posta, si affianca quel senso di angoscia del dover affrontare tutto nel pieno rispetto delle regole.

Occhio a non arrivare in ritardo a un appuntamento! Verrai guardato malissimo e potresti essere marchiato a vita con l’etichetta di italiano scansafatiche e fannullone.

Ma nemmeno presentarsi con largo anticipo migliorerà la situazione: dimostreresti solo di essere una persona ansiosa e invadente.

Sgarrare le regole può farti apparire come il tipico italiano casinista, menefreghista, costantemente in ritardo o può trasformarsi, nella peggiore delle ipotesi, in una multa molto salata.

6. Lavoro

lavoro

La Germania non è un Eldorado dei lavoratori. Non mi stancherò mai di dirlo.

È anche vero però che le opportunità lavorative non mancano, così come le opportunità di fare carriera.

E allora perché il lavoro dovrebbe essere nella lista dei motivi per NON trasferirsi in Germania?

Il motivo è semplice: il lavoro c’è ma spesso non è alla portata di tutti. 

Nel secondo dopoguerra, quando la Germania era distrutta dai bombardamenti, la richiesta di manodopera non specializzata era altissima e molti italiani sono partiti in questo periodo con la sicurezza di trovare subito un lavoro, anche senza conoscenza linguistiche.

Questa situazione non è più presente e lavoratori non specializzati si trovano ad ogni angolo della strada. Se mettiamo anche la scarsa o nulla conoscenza della lingua tedesca, beh, va da sé che le probabilità di trovare lavoro calano drasticamente.

Ho detto “calano” e non “si annullano”. Quindi il mio consiglio rimane sempre quello di non lasciarsi abbattere e di cercare lavoro attraverso tutti i mezzi disponibili che in questo secolo sono alla portata di tutti.

Ovviamente, se hai dei titoli di studio molto alti o una specializzazione particolare, allora candidati subito sia rispondendo alle offerte sia attraverso le candidature spontanee: le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare!

E se non trovi lavoro in Germania, leggiti gli errori più comuni commessi durante la ricerca e assicurati di non far parte di una di queste 6 categorie!

7. Rapporti sociali

rapporti sociali

Che il popolo tedesco non vanti la caratteristica dell’estroversione è risaputo. Ma quanto c’è di vero in questo stereotipo? Come sono i tedeschi? Sono davvero persone fredde e distanti?

Per la mia esperienza, i tedeschi sono per la maggior parte persone molto formali che non si lasciano andare con le persone con le quali non hanno molta confidenza.

Per chi proviene dall’Italia, soprattutto dal sud, dove le persone sono in genere molto calorose, questo atteggiamento può venir scambiato per freddezza.

Inizialmente, infatti, potrà essere difficile riuscire a stringere delle amicizie ma più passerà il tempo e più ti accorgerai che alla fine, i tedeschi non sono così burberi e freddi come sembrano e sarà più facile integrarsi in Germania.

8. La famiglia e gli amici lontani

Un po’ meno opinabile è questo punto: tutti i tuoi affetti resteranno inevitabilmente lontani. 

Questo significa che dovrai prepararti a passare compleanni, occasioni importanti, Natali e Pasque senza la tua famiglia.

Certo, è vero che alla fine la Germania e l’Italia non sono poi così distanti, ma ciò non toglie che passare ogni domenica a pranzo insieme a tutta la tua famiglia sarà un sogno lontano.

Bisogna aggiungere che a questo, spesso può sorgere un certo senso di colpa sapendo che anche noi siamo lontani e che non potremo essere presenti quando la nostra famiglia o i nostri amici avranno bisogno di noi.

La cosa più negativa di questo aspetto è che con il passare degli anni, questo senso di colpa – invece di diminuire – aumenterà.

9. La sindrome dell’emigrante

Di questo tema ne abbiamo parlato ampiamente nell’articolo Quando espatriare diventa doloroso ed è uno dei principali motivi per i quali l’espatrio non è vissuto come un’esperienza positiva.

Ovviamente, non colpisce solo gli immigrati in Germania ma tutte le persone che, per un motivo o per un altro, sono costrette a lasciare la propria terra.

La sindrome dell’emigrante, chiamata anche Sindrome di Ulisse, si manifesta spesso con una distorsione della realtà, arrivando ad esaltare la propria Patria come una Terra Promessa, un posto perfetto, un posto dove tutto era bello e idilliaco.

Al contrario, si considera il nuovo Paese come un nemico che ci ha causato solo distruzione e sofferenza, un posto orrendo dal quale si vuole fuggire, non rendendosi conto che la vera causa del proprio malessere non proviene dall’esterno ma da noi stessi.

Una situazione, quindi, di conflitto interiore che può causare una profonda angoscia e tristezza.

10. …?…

Il decimo motivo vorrei saperlo da te.

  • Quale è per te un motivo per NON trasferirsi in Germania?
  • Cosa blocca il tuo trasferimento?
  • Per quale motivo non ti trovi bene in Germania?
  • Cosa ti ha spinto a tornare in Italia?

Raccontami la tua esperienza con un commento qua sotto!

scopri i nostri ebook
Entra nel gruppo esclusivo degli Italiani in Germania
Troverai oltre 8.400 italiani in Germania con i quali confrontarti, chiedere consigli e stringere nuove amicizie 🙂
Sì, fammi entrare!
altri articoli sull'argomento
Lascia il tuo commento
0 0 votes
Vota questo articolo
Subscribe
Notificami
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Davide Casarin
Davide Casarin

bell’articolo complimenti! io vivo da 2 anni a Berlino ma a fine agosto 2016 rientrerò in Italia, non so ancora se per fortuna o per sfortuna ma devo ammettere che Berlino e i tedeschi proprio non li sopporto più.
Partito con mille speranze, ho realizzato solo li come sarebbero state le cose: i nostri titoli di studio, se pur con valenza legale, sono completamente carta straccia ai fini di entrare nel mondo del lavoro, a causa della profonda differenza tra i 2 sistemi. Magari se hai gia lavorato in patria per 10 anni come ingegnere qualchè possibilità la troverai, ma la verità è che il tutto è calibrato per avere cittadini dal sud europa SEMPRE E COMUNQUE SCHIAVI. 3€ ALL’ORA PER TURNI MASSACRANTI è LA VERA SCHIAVITù.
C’è anche moltissima discriminazione tra uomini e donne dal sud Europa e ora vi racconto la mia storia.
Sono arrivato in Germania con la mia ex-ragazza italiana e all’inizio erano tutti gentili, si offrivano di aiutarci, ci invitavano di qua e di la. Beh una volta finito il rapporto, la mia ex è tornata in Italia e le persone conosciute in comune, se le incontravo casualmente per strada, manco mi salutavano, anzi cercavano di non farsi vedere.. più che freddi direi vere e proprie gravi carenze sui rapporti umani (vedi nazismo, per quanti difetti possiamo avere noi italiani, nemmeno la mafia è riuscita ad eguagliare tale cattiveria e disprezzo per il genere umano, tanto da dover programmare uccisioni a livello indistriale, ed il bello, non so te, ma per loro sembra che il nazismo non sia mai esistito, quelle rare volte che ne parlano sembra che dicano “vabbè dai tutti sbagliamo no? che vuoi che sia?).
Poi non dimentichiamo il fatto che i tedeschi, con la parola not politically correct “SUEDLAENDER (PERò LE SUEDLANEDERIN E OSTLAENDERIN VANNO BENISSIMO AI TEDESCHI)” , si riferiscono a tutti coloro nati dall’Austria in giù come un’unica massa di individui selvaggi e idioti a cui non interessa niente di niente se non cazzeggiare tutta l’esistenza. Dire a un tedesco: italiano, turco, spagnolo o senegalese è la stessa identica cosa: qualcuno un po’ più chiaro, qualcuno un po’ più scuro, ma sempre la stessa feccia. Ricordo inoltre che il multiculturalismo tedesco è una vera e propria invenzione dei media: non c’è mai stato e mai ci sarà. Per capirlo basta dare un occhio a una sentenza definitiva, la quale sostiene che, tutte le persone di colore, in quanto “di colore” possono rapprensentare una potenziale minaccia, quindi la polizia è legittimata a invadere la loro libertà personale. La sentenza si riferisce a un episodio in cui un CITTADINO TEDESCO DI COLORE è stato costretto a esibire i suoi documenti quando non era tenuto a farlo, e il giudice di tutta risposta ha sancito che ai bianchi tedeschi non si può chiedere un documento in assenza di reato, mentre ai neri si! WOW DIREI!
Prima di concludere vorei affrontare l’argomento lingua: è vero ciò che dici, cioè che è una cosa molto molto importante, ma peccato che tutti gli anglosassoni (inglesi e americani) e scandinavi che conosco mi hanno detto chiaramente che ai loro amici tedeschi piace tantissimo parlare inglese con loro, e anzi, insistono per continuare le conversazioni in inglese… ti parlo anche di gente che vive in Germania da 5 o 6 anni e che al massimo sa Guten Tag, genau e alles klar.
Quando invece è uno del sud a non sapere il tedesco scattano immediamente: “WASSS?? DAS IST DEUTSCHLAND! DAS IST KEINE GROSSBRITANNIEN, UND KEINE AMERIKA. IN DEUTSCHLAND MUSS MAN NUR DEUTSCH SPRECHEN” facendoti sentire un senso di colpa allucinante per non saper la loro lingua alla perfezione (loro manco riescono a cogliere la differenza tra italiano-spagnolo-portoghese).
Come ultima cosa vorrei raccontare ciò che è successo ad Alexanderplatz (essendo di Venezia, per farvi capire cos’è alenxanderplatz posso dire che Rialto:Venezia=Alexanderplatz:Berlino) un paio di anni fa:
C’è stata una rissa, un ragazzo di 22 anni è stato accoltellato ma non è morto subito.
E’ MORTO DISSANGUATO DOPO 2 ORE DI AGONIA, IN MEZZO ALLA GENTE CHE ENTRAVA E USCIVA DA RISTORANTI, NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI…E’ MORTO PERCHE’ NESSUNO SI è DEGNATO DI CHIAMARE UN’AMBULANZA….detto questo… Deutschland unter alle!!!

antonella
antonella

Il sistema scolastico tedesco, a mio avviso un po’ classista, è un altro motivo per cui non trasferirsi in Germania. Consiglio vivamente a tutti i genitori di fare questo passo quando i propri figli sono ancora in età prescolare o comunque informarsi bene sulle scuole del posto in cui si vuole andare a vivere. Per il resto trovo che si viva benissimo qui, ma bisogna far stare bene anche i nostro figli per stare bene noi genitori

Damiano
Damiano

La germania non é più come una volta. Devi avéré addirittura paura che non ti pagano perché ora ti fanno il contratto non scritto ma a voce alcuni, da quando un “mündlicher arbeitsvertrag” é légale ormai fanno cosi alcuni, tipo i caporali nelle campagne e non sai se sei a nero o no finché non vedi uno stipendio sul conto. Niente condizioni scritto, quindi vale il minimo di legge, in caso di controlli ti stampano veloce un contratto e vai. Da camionista, il contratto devi averlo senno ci rimetti la patente. Ti caricano più del normale rischiando multe, già ricevuta in autostrada vicino bayreuth perché mi hanno dato un rimorchio stracarico, con gli assi sfondati, carico con 28 ibc Di merce pericolosa liquida più dei fustini messi cosi alla ca**o, cosa che mi ha causato 400€ di multa. Il bollo auto, addebito automatico o nulla. La sparkasse che ormai non é più come una volta, decide lei quando un “lastmandatschrift” può essere bloccato, quindi il hauptzollamt non può prendere i soldi del bollo e ti arriva la penale… Nulla di che, solo 3€, ma pensate che poisson arrivare a sequestrare il mondo o a invalidare le targhe, per cosa? Perché loro sono dementi? Io manc te l avess a paga o bollo, già é tanto che lo pago, e questo é il risultato? Sempre la sparkasse poi, la carta non la posso ritirare io di persona, per forza per posta va ricevuta, con il rischio che qualcuno se la frega se vivi in una pensione o in comune! Poi, tre volte spedita, mai arrivata, blocca, rimanda, riblocca, un mese per avere la carta del conto perché mi sono messo a urlare come un pazzo in banca e gli ho detto “mir ******* egal ob die bullen kommen oder die ***** deines schwesters, jetzt ich tu die ganze filiale auseinander” tradotto “non me ne frega un ***** che viene la polizia o la ******* di tua sorella, mo t spacc tutte cose”… Risultato? Mi ha detto “in una settimana vi arriva senno ci può denunciare, ci prendiamo noi l’incarico”… É arrivata in tre giorni dopo il fatto! Poi vabbe, per l’online banking ci sono voluti 3 mesi, ma ormai mi ero stancato di stare dietro, dovevo girarmi l’europa in camion, che il titolare, soprannominato da me “zio bilo pala e picca”, bilo dal suo cognome che non posso dire per correttezza, per darti i soldi te li faceva sudare sangue! Comunque i tedeschi non fanno tutti schifo, brava gente c’é, eccome, ma in generale non sanno cos’é la famiglia e nemmeno l’igiene, anzi certi più sono ricchi e più sono barbari… Ma c’é gente Di cuore pure, con cui spezzarsi il pane. Ma é poca, perché sono indottrinati dalle scuole a essere come sono, con la freddezza e le procedure della vita loro. I tedeschi con un cervello, o chiunque non esegue e basta, sono emarginati spesso, almeno nel mondo dei “handwerker”. A deutsche frau comunque, caro davide, il südländer piace come anche l’africano, eccome! Ma io, da esperienza personale, mai più. Felice con una italiana, che amo più di me stesso, e chi vuole tornare a deutsche frau? Hanno ragione sempre loro, e con me che rispondo a tono non é cosa, a loro serve una mummia che non parla, non pensa e non decide, se a lavoro hai problemi sei un “faulen sack”, uno Che non serve a nulla, e li, litigio. Lei vuole lavorare, poi a casa é stanca e non si sopporta manco da sola, e giustamente uno gli dice “o ma che ti ci mando io a lavorare? per me puoi stare a casa!” Poi sta a casa, e non va bene manco quello, poi vogliono andare in discoteca a fare i vermi e li allora e stato meglio troncare e ciao, anche perché conoscendo le donne sposate o fidanzate in discoteca che ci provavano, ormai sai già che succede, quindi la pianti subito e buonanotte. Più Di un mese con una tedesca non ci potevo resistere, ci sara una buona sicuro, ma a me é capitata una brava cristiana dell italia, e mai più al mondo cambio. Livello stipendio, carovita aumenta x 10? Lo stipendio sale x 0.5. Provi a mettere attività? Le tasse sono quasi come in italia, e l’assicurazione sanitaria “gesetzlich” arriva a costare 11000€ l anno, a fare una privata risparmi alla fine addirittura, e parlo di 3000€ l’anno! Dichiari kleingewerbe invece di gewerbe, e i clienti stessi fanno la soffiata, con tutto che li tratti benissimo, fai un lavoro pulito, guai a non fare una ricevuta! Anche se li conosci e ti sorridono! Mi é costato 3 anni nella schufa, anche a multa pagata resta la macchia per 3 anni. Che io perché ho fatto sparkasse e non volksbank? Perché sparkasse mi ha fatto il conto, volksbank, commerzbank me l hanno rifiutata, nonostante ho pagato tutto. Ho dovuto pagare un avvocato azzecca garburgli turco che mi ha scritto la lettera dove un conto base era un mio diritto legale, e da li me lo hanno fatto confort… Chi ha fatto la denuncia se la deve beccare lui/lei la schufa, cosi impara. A proposito, la peggiore di tutte, peggio di vedere una volante mentre hai il camion strapieno, é una sola… Una, ma temuta! La tipica vecchietta tedesca, la deutsche frau senior, che gira il giorno peggio di un paladino di quartiere, con lo sguardo vigile, a vedere se trova auto col tüv scaduto (la revisione), cacche di cane, parcheggiati male o peggio, senza pagare il parcheggio! É li, che deutsche frau senior, dimostra il suo valore! Deutsche frau senior, ha un arma, l’uso della tecnologia, ora! Una bella foto con lo smartphone, digitare 110 e… “Hallooooo polizeeeeiiiii, ich habe gerade gesehen bla bla bla”, e subito gli eroi arrivano sul posto con il magico libretto delle multe, tipo alla geller di camera café, e strappano il bigliettino! E deutsche frau senior, felice di avere protetto l’ordine pubblico, riprende i suoi fiori e torna alla sua dimora. Rega, ci volete veni ancora in germania? Ah, senza dimenticare, qui c’é lavoro, ma il posto fisso… Scordatevelo.