Nonostante l’argomento della discriminazione salariale tra uomini e donne sia ampiamente dibattuto negli ultimi tempi, sono effettivamente poche le persone a conoscenza di questo forte divario tra gli stipendi in Germania e fino ad oggi non è ancora stata trovata una soluzione a questo problema.

La discriminazione salariale delle donne in Germania

Le donne guadagnano meno degli uomini in tutta Europa. Secondo stime della Commissione Europea, in media si parla del 16,4% in meno, con punte addirittura del 27% in Estonia.

discriminazione salariale

La Germania è una delle maggiori potenze del mondo e vanta uno dei più bassi tassi di disoccupazione in Europa. Eppure le donne, sul posto di lavoro, vengono ancora discriminate.

Il divario dello stipendio tra uomini e donne, chiamato gender pay gap, in Germania è quasi del 22%, ben oltre la media europea che è del 16,4%, come riporta il quotidiano tedesco Die Weltclassificando la Germania come uno dei 4 Paesi peggiori al mondo per quanto riguarda il guadagno delle donne.

Nonostante molte donne escano dai licei e dalle università con voti migliori rispetto ai maschi, il loro guadagno è mediamente di 15,21 € l’ora mentre gli uomini ne guadagnano invece 19,60, a dispetto anche del salario minimo di 8,50 € introdotto in Germania il 1° gennaio 2015.

discriminazione salariale

Questo forte dislivello viene spesso giustificato dal congedo di maternità e alla preferenza delle donne di svolgere lavori part-time, per aver modo di occuparsi della famiglia e dei figli.

La ricercatrice di Diw Elke Holst però ha dichiarato che se ci fosse un maggior numero di donne nelle posizioni di comando delle aziende, che al momento sono occupate principalmente da uomini, questo divario si ridurrebbe notevolmente.

In realtà però questa discriminazione salariale ha radici ben più profonde, radicate in una visione maschilista della figura della donna, anche a livello professionale, e ponendo la donna nella condizione di avere minori opportunità sia professionali sia di crescita professionale.

Il gender pay gap in Italia

Le cose sembrano invece andare meglio in Italia. Secondo Bruxelles la situazione nel Bel Paese sarebbe “piuttosto rosea”, con un divario ben più basso rispetto a quello tedesco (che in Italia è del 6,7%) ma questo dato non è così positivo come sembra.

Il basso pay gap dell’Italia è infatti dovuto al fatto che c’è una più bassa proporzione di donne che lavorano rispetto alla Germania, dove invece sì, è vero che le donne guadagnano meno, ma almeno riescono a lavorare.

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Quali sono le tue considerazioni in merito? Conoscevi questa situazione in Germania? Condividi la tua esperienza con un commento qua sotto e se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi contatti!

Unisciti alla nostra community di Italiani in Germania