Per poter vivere e lavorare in Germania è fondamentale sapere almeno un po’ di tedesco.

Se, come è successo a me, non hai molti soldi da investire in un corso o non puoi frequentarlo a causa delle molte ore di lavoro, allora ti consiglio di acquistare gli stessi libri e corsi che ho usato anche io per imparare il tedesco (trovi l’elenco completo qua) e che ti garantiranno di imparare il tedesco in tempi relativamente rapidi con il minimo investimento.

Se invece hai modo di investire tempo e soldi per un corso di lingua, allora una buona soluzione potrebbe essere l’Integrationskurs.

Che cosa è il corso di integrazione (Integrationskurs)?

Il corso di integrazione è un corso di lingua e cultura tedesca che viene offerto agli immigrati che vivono in Germania.

È costituito da un corso di lingua dalla durata complessiva di 600 ore di lezione e da un corso di orientamento di 60 ore nel quale si apprende qualche nozione sulla cultura tedesca.

Il corso di integrazione è quindi sia un corso di lingua, sia un aiuto pratico per destreggiarsi – almeno a livello linguistico – nella vita di tutti i giorni.

Il punti negativi del corso di integrazione? A mio avviso ce ne sono molti ma affronterò il discorso in separata sede.

Qua ti basti sapere che i punti sicuramente a sfavore dell’Integrationskurs sono:

  • il corso si svolge completamente in tedesco 
  • le classi sono formate sull’attuale conoscenza del tedesco, senza indagare il background linguistico e culturale dei partecipanti

Scendendo nel dettaglio, l’Integrationskurs è suddiviso in moduli di 100 ore ciascuno. I primi 3 moduli vengono chiamati corso di lingua base mentre le restanti 300 ore costituiscono il corso di preparazione linguistica.

Cosa imparerai al corso? Imparerai le basi della grammatica, le parole e le frasi che ti serviranno per riuscire a capire e farti capire oltre a compilare moduli e scrivere lettere.

Il corso di orientamento, che si chiama Leben in Deutschland, ti fornirà invece informazioni sulla cultura tedesca con alcune nozioni riguardo l’ordinamento giuridico e la storia della Germania.

Il corso di integrazione termina con l’esame DTZ (livello B1) che, se supererai, ti farà ottenere il certificato finale del corso di integrazione che potrà servirti, tra le altre cose, per ottenere la cittadinanza tedesca se un giorno deciderai di richiederla.

Una cosa importante da sottolineare che mi è stata chiesta molte volte è che il certificato del corso di integrazione NON è valido come certificazione linguistica per l’iscrizione all’università!

Come iscriversi

Le scuole che offrono il corso di integrazione sono molte. Tra le principali, vorrei ricordare la Volkshochschule (VHS), presente in ogni città.

Dopo l’iscrizione, dovrai sostenere un test di ingresso che consentirà di valutare il tuo attuale livello di tedesco. Con questa valutazione ti verrà consigliato quale è il corso più adatto a te.

I corsi inoltre iniziano ciclicamente e sono a numero limitato; ciò significa che spesso dovrai attendere che il corso inizi nuovamente e che ci siano posti disponibili. Questo può significare anche un’attesa di alcune settimane.

Maggiori informazioni le trovi sul sito del BAMF (Bundesamt für Migration und Flüchtlinge).

Quanto costa?

Il costo del corso di integrazione è di 1,55 € l’ora (a partire dal 1° gennaio 2016. Prima di tale data era di 1,20 € l’ora). Detta così può sembrare una cifra irrisoria ma le ore sono 100 al mese quindi dovrai calcolare una spesa di circa 120 euro al mese.

Il pagamento deve essere versato prima dell’inizio di ogni modulo (quindi una volta al mese) e prima del corso di orientamento.

Se non frequenti le lezioni, non ti verrà rimborsato nessun contributo per le ore perse.

Se percepisci il sussidio di Arbeitslosgeld II (Hartz IV), infine, sei invece esentato dal pagamento del corso.

Per esentarti dal pagamento del corso di integrazione dovrai inoltrare una richiesta scritta al centro regionale dell’Ufficio Federale competente allegando la documentazione che attesti la momentanea indigenza finanziaria (ad esempio i documenti che dichiarano l’ottenimento dell’ALG II, del Wohngeld o del BAFöG).

Importantissimo è che se interromperai la percezione del sussidio di disoccupazione (ALG II) devi comunicarlo tempestivamente. Non dimenticarlo!

Partecipazione al corso

La partecipazione al corso di integrazione, una volta iscritto, è obbligatoria. Ciò significa che dovrai frequentare regolarmente le lezioni e l’esame finale.

Se un giorno sei malato o non ti senti bene, sarebbe buona cosa chiamare la scuola per tempo per avvertire della tua assenza e presentare un certificato medico una volta che tornerai al corso.

Se avrai bisogno di dimostrare la tua partecipazione, potrai richiedere alla scuola un certificato con le ore e le lezioni da te seguite.

Importantissimo sottolineare anche che durante la frequentazione di un corso di integrazione non sarai assicurato contro gli infortuni.

Esame finale e rimborso

Alla fine del corso dovrai sostenere un esame di lingua e un esame riguardo agli argomenti del corso di orientamento.

Se li supererai, riceverai il “Zertifikat Integrationskurs” (Certificato del corso di integrazione).

Non dimenticare che la partecipazione all’esame finale è gratuita.

È inoltre previsto un rimborso nel caso in cui riuscirai a passare il test finale. L’Ufficio Federale, in questo caso, ti rimborserà infatti il 5o% della quota di iscrizione.

Per ottenere il rimborso dovrai fare richiesta presso il centro regionale dell’Ufficio Federale entro e non oltre 2 anni dal superamento dell’esame finale.

E se non superi l’esame finale?

Niente panico! Se non superi l’esame potrai fare richiesta al centro regionale competente dell’Ufficio Federale così da poter ripetere per una volta fino a 300 ore del corso di lingua e sostenere una seconda volta il test gratuitamente.

Hai domande? Vuoi raccontarci la tua esperienza riguardo al corso di informazione? Lascia un commento qua sotto!