Avere un contratto di lavoro che sia in regola è un passo fondamentale per non incorrere in problemi.

Firmando un contratto di lavoro si acquisiscono infatti dei diritti e dei doveri che è bene analizzare nel loro insieme.

Senza un contratto di lavoro non solo non potrai rivalerti dei diritti che ti spettano ma passerai anche dei guai per aver lavorato a nero.

Vuoi sapere tutte le principali caratteristiche del contratto di lavoro in Germania?

In questo articolo troverai la risposta a tutte le tue domande!

Mindestlohn: il salario minimo

Dal 1° gennaio 2015 la Germania ha introdotto il salario minimo. Cosa significa?

Significa che a ogni lavoratore, secondo il Mindestlohngesetz (MiLoG), ossia la Legge sul salario minimo, deve essere garantita una retribuzione di almeno 8,84 euro lordi all’ora.

Attenzione: il salario minimo è previsto anche per i Nebenjob e i Minijob.

Alcune categorie sono escluse dal salario minimo, come ad esempio i minorenni, i tirocinanti o ancora, ma solo per i primi 6 mesi,  i lavoratori che sono stati disoccupati per più di un anno (Langzeitarbeitlose).

Ci sono alcuni settori lavorativi, però, in cui il salario minimo è superiore agli 8,84 euro previsti dalla legge: puoi trovare la lista completa di questi lavori qua.

Quali documenti servono per lavorare in Germania

consulenze germania

Se hai la cittadinanza italiana non hai bisogno di nessun tipo di permesso per lavorare in Germania.

Sarà necessario però essere in possesso dello Steueridentifikationsnummer, ossia una sorta di codice fiscale che ti verrà rilasciato una volta che avrai registrato la tua residenza in Germania (Anmeldung).

Potrà venire richiesto un conto corrente bancario tedesco: in questo caso aprirlo è molto semplice. Sarà sufficiente che ti rechi in una banca con un documento di identificazione e il certificato di residenza (Meldebestätigung).

Nel caso ti venisse chiesto di presentare anche il certificato del casellario giudiziale (Führungszeugnis) sarà semplice ottenerlo: dovrai recarti personalmente al tuo comune di residenza e compilare un modulo per richiedere un Europäisches Führungszeugnis.

Costa 17 euro e ti verrà recapitato a casa dopo alcuni giorni.

Tipi di contratto

Il contratto può essere Vollzeit (a tempo pieno) oppure Teilzeit (a tempo parziale).

Inoltre può essere befristet (determinato) oppure unbefristet (indeterminato).

Il contratto verbale

Lavorare con un contratto verbale non significa lavorare senza contratto.

È possibile accordarsi solo verbalmente con il datore di lavoro circa le condizioni del lavoro (ad esempio la paga e gli orari).

Nel caso troviate un accordo, il datore di lavoro ha l’obbligo di mettere per iscritto alcuni punti entro 30 giorni dall’inizio del rapporto di lavoro.

Nel contratto devono essere scritti almeno i seguenti punti:

  • Nome e indirizzo del datore di lavoro e del lavoratore
  • Data di inizio del rapporto di lavoro
  • Nel caso di un contratto a tempo determinato, la durata totale del rapporto di lavoro
  • Il luogo di lavoro
  • Le mansioni del dipendente
  • La retribuzione
  • Il preavviso

Die Probezeit: il periodo di prova

Il periodo di prova viene stabilito all’inizio del rapporto di lavoro e può essere di un periodo variabile tra i 3 e i 6 mesi. Naturalmente deve essere proporzionato alla durata del contratto: un contratto di 6 mesi non può avere un tempo di prova di 6 mesi!

Durante il periodo di prova puoi essere licenziato, anche se eri in malattia. In questo caso il preavviso può essere anche di 15 giorni.

Ricorda che se il contratto ti viene rinnovato, non può venirti richiesto un nuovo periodo di prova!

I tuoi diritti

Alla stipula del contratto, insieme ai doveri, acquisisci automaticamente anche alcuni diritti:

  • il diritto a ferie retribuite in caso di malattia e di giorni festivi
  • il Kündigungsschutz, ossia il preavviso di licenziamento
  • il diritto alla maternità (Mutterschutz) e al congedo parentale (Elternzeit). Se hai figli, inoltre, ti ricordo che puoi fare richiesta dell’assegno genitoriale, il Kindergeld.

La Steuerklasse

In base alla tua situazione familiare (celibe o sposato, con figli a carico, se hai un doppio lavoro) verrai inserito in una certa classe fiscale.

Le classi (Steuerklassen) sono 6, dalla I alla VI, e puoi combinare la classe con il tuo coniuge per avere dei vantaggi sul pagamento delle tasse.

Lo stipendio e le tasse

Sulla busta paga trovi sia il reddito lordo che quello netto. Tra le trattenute, ricordiamo:

  • l’assicurazione pensionistica (Rentenversicherung)
  • l’assicurazione di disoccupazione (Arbeitslosenversicherung)
  • l’assicurazione medica (Krankenkversicherung)
  • la tassa sulla chiesa (Kirchensteuer) se ti sei dichiarato appartenente a una chiesa

Il Minijob

Trovare lavoro in Germania

Il Minijob è un contratto di lavoro che prevede uno stipendio massimo di 450 euro al mese. Con il Minijob non sono previste trattenute e puoi avere fino ad 24 giorni di ferie pagate.

In caso di malattia, inoltre, puoi percepire lo stipendio fino a un massimo di 6 settimane.

Cosa importante da ricordare: con un contratto di Minijob non sei coperto dalla Krankenkasse quindi dovrai stipularne una personalmente. In genere il costo per l’assicurazione sanitaria va dai 150 euro al mese in su.

Come detto anche sopra,  il salario minimo di 8,50 euro orari è previsto anche per i Nebenjob e i Minijob.

Nel caso di un contratto di Minijob, inoltre, se non hai ulteriori entrate, puoi fare richiesta del sussidio sociale (ALG II).

Die Schwarzarbeit: il lavoro nero

Il lavoro nero in Germania è – purtroppo – molto diffuso, specialmente nel settore della ristorazione.

Il mio consiglio è di non accettare MAI, per nessuna ragione, un lavoro in nero, così come un lavoro senza contratto o un lavoro con uno stipendio al di sotto del salario minimo.

Nel caso del lavoro nero, infatti, non solo il datore può passare brutti guai ma anche tu che hai accettato il lavoro.

Se ti senti spaesato perché magari non conosci la lingua, prima di accettare un lavoro irregolare solo perché magari ti viene offerto da connazionali, prova a rivolgerti a una Leihfirma, spesso assumono personale anche se il tuo tedesco non è fluente.

Inoltre, leggi la guida su come trovare lavoro in Germania e ricorda che la perseveranza è la chiave del successo.

Il licenziamento

Se vieni licenziato, la prima cosa da fare è portare il tuo licenziamento all’Agentur fuer Arbeit, in modo da non perdere il tuo sussidio per la disoccupazione (ALG I).

Ricordati che il licenziamento deve essere in forma scritta, deve avere un preavviso e deve essere firmato dal datore di lavoro.

La liquidazione, inoltre, non è quasi mai prevista.

Se ti licenzi tu, dovrai consegnare all’azienda il tuo licenziamento, sempre con un preavviso. I termini dei preavvisi puoi trovarli sul contratto di lavoro. In caso di un tuo licenziamento, inoltre, non potrai godere del sussidio di disoccupazione (ALG I).

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Quali sono le tue considerazioni in merito? Condividi la tua esperienza con un commento qua sotto e se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi contatti!